Miniatura sullo smalto a caldo

"Il vantaggio delle sculture è la loro permanenza nel tempo, ma anche la pittura può essere allo stesso modo permanente. Se la pittura è fatta su una lastra di rame grossa ricoperta con smalto a vetro con i  colori a smalto ed è poi cotta in fornace, allora supererà in eternità pure la scultura... Se la scultura in bronzo è durevole, allora la pittura su smalto è eterna. Mentre la scultura in bronzo diventa di colore nero – marrone, la pittura sullo smalto conserva i vari colori e sfumature".
Leonardo Da Vinci. Trattato "Paragone delle arti"


La miniatura sullo smalto si è sviluppata principalmente nell’Europa del XVII secolo (prima di tutto in Francia). I famosi smalti di Limoges sono famosi coke, la famosa porcellana di Limoges. La tecnica è stata ampiamente utilizzata non solo in gioielleria, ma anche in orologeria. Sono stati dipinti i quadranti ed i coperchi degli orologi.

Il vantaggio principale della miniatura sugli smalti  caldi è la conservazione dei colori vivaci per secoli. Per la estrema complessità di produzione non più di una decina di fabbriche realizzano oggi gli orologi con l'utilizzo della pittura su smalto.

Nell’ultimo periodo va sempre più di moda la pittura sui vetri zaffirini. Seguendo la moda utilizziamo pure questa tecnologia.